Leerstandsmanagement

Dall’estate 2017 la Piattaforma per il rurale realizza un progetto pilota sulla gestione degli spazi ed edifici vuoti in cinque comuni pilota selezionati in Alto Adige:

  1. Caldaro
  2. Chiusa
  3. San Leonardo in Passiria
  4. Termeno
  5. Trodena

L’obiettivo è quello di aumentare ulteriormente l’attrattiva della comunità riducendo al tempo stesso il consumo di suolo.

L’obiettivo principale è quello di registrare gli spazi ed edifici vuoti, sensibilizzare i gruppi target e comunicare con i proprietari. L’approccio si basa sulle esigenze delle persone interessate, tiene conto del tessuto edilizio esistente e dell’ambiente e si concentra sulla loro attivazione, sulla base delle effettive esigenze in materia di sviluppo interno.

Le 5 fasi del progetto pilota sono le seguenti:

  1. Registrazione degli spazi ed edifici vuoti nei comuni pilota partecipanti secondo le specifiche e la definizione in collaborazione con l’autorità provinciale competente ed il consorzio dei comuni dell’Alto Adige.
  2. Sensibilizzare la popolazione ad uno sviluppo interno: avviare e moderare il processo con il coinvolgimento della popolazione, definendo così i bisogni e gli argomenti per il rispettivo sviluppo interno (sviluppo interno attivo).
  3. Digitalizzazione dei dati in coordinamento con la provincia autonoma dell’Alto Adige e il Consorzio dei Comuni per quanto riguarda il software GIS uniforme e il suo ulteriore sviluppo per la gestione degli spazi vuoti.
  4. Consultazioni iniziali dei cittadini interessati insieme ad esperti (architetti, KVW Arche) il giorno dello sviluppo degli interni, che sono stati inizialmente effettuati a Glorenza e Trodena alla fine dell’estate/autunno 2018.
  5. Le sovvenzioni ai comuni e a coloro che intendono rinnovare dovrebbero essere esaminate e quindi coordinate e utilizzate in modo mirato, come già avviene in alcune regioni limitrofe. Questo è l’obiettivo della Piattaforma per il rurale.

180326_Bürgerinfoabend_Truden

I primi risultati del progetto pilota sono stati presentati alla conferenza annuale 2018 della Piattaforma per il rurale e in una piccola mostra.